31 luglio 2008

Frittelle e sarcasmo

Eccomi.
Marcie in questa vignetta si comporta come me!
Trovo più facile vendere un rene che accettare un complimento...
In generale, tutte le cose sorprendenti della vita mi insospettiscono.
Ho sempre paura della fregatura che può starci sotto.
Nonostante mi butti anima e corpo in tutto c'è sempre una parte di me che si aspetta il peggio.
Una specie di vita a metà.
Ora basta.
Pochi giorni fa ho scritto che voglio essere diversa, voglio cambiare.
E' giunto il momento!
Quindi mi godrò questo bel momento che mi procura una sensazione di costante briachezza.
Mi getterò in questa nuova avventura senza remore e paure.
Se offrirò AMEN.
Se andrà bene EVVIVA!
Valuterò i pro e i contro ma, alla fine, farò decidere al cuore!!
E, per fortuna o per sfortuna, so già dove mi porterà...
E, per ora, non mi spaventa per niente!!

I send an SOS to the world



Più passa il tempo, più penso.
Più penso, più mi agito.
Più mi agito, più divento paranoica.
E se avessi travisato tutto?Se mi avesse scelto solo come coinquilina e nient'altro?
Come al solito mi sto facendo viaggi mentali sul mio futuro con Linus...
Nel caso, altamente probabile, si questa seconda ipotesi, come mi devo comportare?
Se vado a vivere con lui solo come coinquilina rischierei davvero il crollo nervoso... soprattutto nel caso in cui lui incontri e porti a casa una brutta e antipatica donnaccia.


AIUTATEMI!

Suonare Brown - Van Pelt please!

Ho 27 anni e sono un disastro.
E questo lo sappiamo già.
Ho 27 anni, non ho un fidanzato, non ho un moroso, non ho nemmeno una specie di relazione.
Onestamente non so proprio che ho dal punto di vista sentimentale.
Ma, da ieri, ho un convivente.
Anzi, da settembre.
Ieri Linus me l'ha chiesto, più o meno...
L: A settembre ci trasferiamo
S (con occhio a dir poco perplesso..): eh?
L: Sì, ci trasferiamo. Dovremo fare i conti ma vedrai che ce la faremo!
S: EH??
L: Sì, si è liberato un appartamento nella Bologna piccolapiccolina. E tu verrai con me.
S: EHH???
L: Sì, è ora che ce ne andiamo di casa e ho capito che sei l' unica con cui potrei mai vivere!
S: ...
L: Appena torniamo dalle ferie andiamo a vederla e se ci piace è nostra!
S: ... (le gradazioni di rosso apparse sulla mia faccia erano molteplici.)
L: Li ho già chiamati e ce la tengono lì fino a che non la vediamo. Sai, ho degli agganci...
S: Wow...
L: Lo so. Fa un bell' effetto.
S: Già....
Questa bellissima notizia comporta dei piccolissimi problemi logistici.
1) La morte di mia madre per crepacuore
2) E il mio papi??? chi lo difenderebbe senza di me? Anche se, diciamocelo, non vede l'ora di un mio cambio d' indirizzo.
3) La mia morte per sister-astinenza
4) Vista la situazione indefinita tra me e Linus, questa convivenza potrebbe essere fuorviante sia per la mia psiche che per quelli che non capiscono il nostro rapporto (che non capisco nemmeno io..): ci scambierebbero ancora di più per una coppia, credo..
5) Nel caso continuassimo su questa lunghezza d'onda, potrei sentirmi libera di portare a casa uomini? Se lui facesse lo stesso non lo apprezzerei molto e sarebbe pericoloso, soprattutto per l' altra.
6) Questa casa ha un solo bagno... dove dovrei tenere la mia roba? In camera? E se avessi bisogno di una crema mentre sono nuda appena uscita dalla doccia? Non che non mi abbia mai visto nuda, ma essere coinquilini è diverso dal fare sesso. Che libertà potrei prendermi?
7) Io sono una donna e come tale piango. Solitamente sul divano. Potrò farlo ancora?
8) Io sono una donna fertile: gli assorbenti ben nascosti in camera o posso lasciarli in un cassetto nel bagno?
9) Come farò senza SKY???????
Potrei andare avanti per altri 100000 punti e non mi sembra il caso...
Fatto sta che più ci penso più mi piace come cosa.
Piùpiùpiùpiù sempre di più!

30 luglio 2008

Sally goes to America!

YO BROS!!
Oggi Wendy, dalla bella Sicilia mi ha chiesto quando e dove sarei andata in vacanza...

Quest' anno me ne vado negli Stati Uniti d' America!
E ci vado con la compagnia migliore e peggiore che ci possa essere: la mia family!
Il 9 Agosto prenderemo il volo della Delta che da Milano ci porterà fino ad Atlanta e da lì via per San Francisco dove ci attende un' auto tipo Mazda6!
Ci attende un tour "solitario" in macchina, per 5000 KM, attraverso sei stati: California, Nevada, Utha, Colorado, Arizona e New Mexico.
Da San Francisco a Los Angeles facendo il giro dell' oca!!
Lo so, ho un gran culo oltre a una mamma molto sentimentale che adora fare le vacanze all together, ma aspettate e leggete.
Io e papi ci divideremo il numero esorbitante di Km da percorrere in 15 giorni; almeno così sarà fino a quando non lo arresteranno per eccesso di velocità su un rettilineo in mezzo al nulla.
E vi garantisco che succederà.
Mio padre è riuscito a farsi togliere punti dalla patente in Islanda da uno dei 10 vigili che la popolano. € 450,00 sull' unghia e 4 punti in meno.
Oppure potrei raccontarvi di quando, a Londra, ci hanno messo le ganasce alla macchina perché aveva "leggermente" parcheggiato in divieto: era davanti Buckingham Palace.
Lasciamo perdere che è meglio...
Molto probabilmente sembreremo dei rifugiati viste le scarse attitudini miei e di mia madre nel preparare la valigia e la macchina che non assomiglia proprio a un carro armato.
Io l'avevo detto che avremmo dovuto prendere almenoalmeno un Hammer!
Per ringraziarli del viaggio a scrocco ho fatto la sborona: quando saremo a Las Vegas, invece di dormire in un anonimo Hotel, ho prenotato al Venezian. Sorvolo sulla spesa, non vorrei piangere al ricordo dei miei poveri soldini volatilizzatisi in un nanosecondo..
WIKI dice: "E' il più grande hotel 5 stelle degli Stati Uniti, di proprietà della Las Vegas Sand Corporation. L'hotel possiede 4.049 stanze e un casinò di 11.000 m². Insieme agli adiacenti Sands Expo Convention Center e The Palazzo Hotel and Casino Resort, il Venetian costituisce il più grande complesso alberghiero del mondo, con ben 7.128 stanze."
Moriremo lì, di fame e di sete, alla ricerca della hall... e tutto per una delle mie solite idee geniali.
Per tranquillizzarci la nostra TourOperetor di fiducia, riferendosi alla tappa nella Death Valley, ci ha detto: "Mediamente ci vorrebbero 4 lt di acqua a testa ma sa Mamma, voi andandoci in agosto, fareste meglio a portarvene 8 (a testa.AAAAAAAAA.). Poi mi raccomando, andateci presto, verso le 6 di mattina dovrebbero esserci solo 40 gradi."
Vi giuro che stavo per piangere o, in alternativa, staccare la lingua alla Operatrice del Malaugurio.
Questo per farvi capire che non è tutto oro quello che luccica...

HAHAHAHA!!

HAHAHAHAH!!!!

Sono una stronza!!!
Eccome se luccica!
Meglio morire di caldo nella Death Valley che di afa a Bologna! Meglio venire rapinata a Las Vegas che sull' autobus 25 alla stazione!!
Ho un gran culo, ma, soprattutto, una gran famiglia (e non solo perché mi regalano 15 giorni oltre oceano...).
Sarà un viaggio eccezionale...
Sapete che vi dico anche??? Che forse Linus non mi mancherà per niente!!
E nel caso mi mancasse: SHOPPING!!

Ps: Ciao Wendy! A te, ai tuoi amici, Tano e Thiago.

Amici e Sampei

Ieri sera, come mi aspettavo, la cena è andata benissimo!
La mia non fotogenia è stata confermata dalle foto ma (INCREDIBILE!) un paio sono passabili, se non addirittura carine o almeno così sembra dallo schermo di 2 pollici.
Mi applaudo da sola...
Abbiamo pappato, bevuto e chiacchierato/sparlato di un po' tutti e tutto.
Io la adoro troppo la mia MiglioreAmica!
Davverodavverodavvero.
Linus non c'era ieri, si è travestito da Sampei ed è andato con i suoi amici d'infanzia a pescare.
Se si diverte lui...
Alle 2 mi ha scritto un SMS: "Che pesione che ho preso! :-) almeno 5 kg! Tirava un pesione grosso grosso. Ed era grosso! Com'è andata la cena da Obelix? Tutto bene? La rabbia è un po' passata? Ho avuto una serata movimentata, ma come vedi non mi scordo di te! A domani. NotteNotte"
Io gli ho risposto congratulandomi e lui, non contento, mi ha chiamato per raccontarmi dettagliatamente ogni fase del pescaggio: ho cercato di essere interessata e, soprattutto, do dovuto fingere di capirci qualcosa!!... Bravo il mio Sampei!
Considerazione a cui sono arrivata prima di addormentarmi, alle 3 di notte: ai maschi, spesso e volentieri, basta così poco per essere felici!

Benedetto testosterone...
PS: stamattina non ho sentito la sveglia e mi sono alzata con mezz'ora di ritardo.
L' amore stanca.

29 luglio 2008

Tutto ciò non ha prezzo.

Oggi, dopo l' intensissima giornata di ieri, mi sento piena di energie e libera come non mi sentivo da tanto.
L' aver alzato la testa mi ha fatto vedere cose e possibilità che prima ignoravo stando sempre sotto ai piedi altrui.
Credo che ad avermi aiutato a "scoprire" una nuova me, oltre ai veri amici, sia stato lo scrivere/delirare sulla PecoraRosa: rileggere i miei pensieri mi ha fatto vedere meglio me stessa, i miei limiti, i miei errori e difetti ma anche qualche mio pregio... non so se sarà una sensazione passeggera o duratura, ma sento che sto migliorando.
E lo sto facendo solo per me.
Sto iniziando a capire che persona voglio diventare, cosa voglio per me e, soprattutto, cosa non voglio e cosa non ho più intenzione di tollerare.
Tutto ciò non ha prezzo.
E poi si sa: per tutto il resto... c'è mastercard!

Chez Silvia


Stasera altra cenetta con la mia coppia preferita!
Ieri sera mi sono un po' messa avanti con i lavori perché prima di cena devo avere il tempo (che non sarà mai sufficiente!) per rendermi bella: ordine di MiglioreAmica!
Dobbiamo fare le foto per la parete arancione di casa loro, la cornice è pronta, mancano solo i soggetti.
Tra i soggetti in oggetto (che giochino di parole!) ci sono pure io.
Ho già l' ansia da prestazione...
Questo può solo voler dire che, come minimo, mi verrà un enorme brufolo sul naso.
AIUTO!!!
Speriamo almeno che GrandeAmico sia bravo con Photoshop.

28 luglio 2008

La regola del lunedì non sbaglia mai!

Oggi, purtroppo, è andata così.
Ma ho smesso di chiedere scusa per cose che non meritano nemmeno la mia preoccupazione.
Non mi preoccupo, né per la mia amica né per nient'altro

Mi sono rotta il cazzo. Detta come va detta.

Mi sono rotta.
Mi sono rotta delle persone prepotenti.
Mi sono rotta delle persone arroganti.
Mi sono rotta delle persone che non sanno mai dire grazie se non ottengono quello che vogliono.
Mi sono rotta di farmi insinuare il senso di colpa.
Mi sono rotta di non mandare mai a fanculo chi se lo merita.
Mi sono rotta di farmi influenzare dal giudizio degli altri.
Mi sono rotta di essere gentile e prenderla sempre il quel posto.
Mi sono rotta di farmi mettere sempre i piedi in testa.
Mi sono rotta di permettere alla gente di approfittarsi di me.
Mi sono rotta di non alzare mai la testa.
Mi sono rotta di farmi sempre carico dei problemi degli altri.
Mi sono rotta di dare in continuazione e di non ricevere mai.
Mi sono rotta degli opportunisti.
Mi sono rotta di quelli che "ma stavo solo scherzando".
Mi sono rotta di chi sa solo criticare.
Mi sono rotta di quelli che credono di essere i padroni del mondo e delle persone.
Mi sono rotta di ascoltare.
Mi sono rotta di essere la ruota di scorta.
Mi sono rotta delle persone maleducate.
Mi sono rotta di chi vuol sempre avere ragione.
Mi sono rotta di non riuscire a dire NO.
Mi sono rotta della mia "amica" , che sa sempre e solo giudicare.
Mi sono rotta, ma di brutto e per sempre.

Sarte e modestia.

Un mese fa il DolceBabù ha comprato un super abito per un matrimonio a cui parteciperà il prossimo week end.
Ci abbiamo messo 2 ore nette per sceglierlo, correndo anche il rischio di una crisi isterica da parte della povera commessa che aveva immediatamente incontrato le sue antipatie.
Alla fine siamo usciti vincitori dal negozio di Pal Zileri.
Bello, elegante, raffinato e mooooolto costoso.
Questo abito aveva bisogno solo di qualche piccola modifica alla giacca che era un po' grande.
La povera LinusMamma, che non è una sarta ma pare abbia le mani d'oro, si è offerta di fare queste modifiche.
Povera lei.
Ieri c'è stata la prova generale.
SMS di Linus delle ore 13.31: "porca troia... la giacca del vestito calza male! Che due palle... calma calma calma calma calma. Perché mi lascio convincere? E ancora calma calma calma calma calma."
A questo delirante messaggio segue una telefonata, un misto di rabbia, disperazione e inkazzatura.
Un panegirico sull' incompetenza di sua mamma, che avrebbe dovuto avere la modestia di riconoscere i propri limiti e non offrirsi come sarta del super abito, sul come non vorrebbe ferire i sentimenti della povera sarta improvvisata ma, conoscendosi, non sarebbe riuscito a fermarsi .
Ancora povera lei.
"Devo calmarmi, devo calmarmi, so che urlerò, lei si agiterà e offenderà e non riuscirà ad aggiustarlo bene. Ci tenevo così tanto al mio vestito... sono così demoralizzato."
Evito di commentare.
Alla sera ci siamo visti, gli ho chiesto com' era andata e cosa aveva detto la sua povera mamma, lui ha risposto: "Non voglio parlarne."
Giornata di fuoco a casa VanPelt.
PS: I genitori di Linus venerdì partono per Vieste, dove ci sono anche i miei (abbiamo casa lì).
Hanno chiesto il numero dei miei.
AIUTO!!
PS2: per quanto riguarda la nostra lite... Dio benedica il sesso riparatore!! E le strane scusa di Linus!

25 luglio 2008

I wish I was a witch...


In certi momenti, nonostante io abbia quasiquasi raggiunto il nirvana, vorrei scagliargli un' anatema.
Tipo una di quelle maledizioni alla Harry Potter, che so la Crucio, per farlo un po' contorcere dal dolore.
Questo è uno di quei momenti.
Che strega che sono!

Dopotutto è un altro giorno


Oggi va un po' meglio.
Le prime volte che litigavo con Linus ero distrutta, disperata.
Ora, più passa il tempo e più litighiamo meno sto male, mi passa presto la rabbia/disperazione.
Mi sfogo 5 minuti e dopo sono a posto, mi sento più tranquilla e ho la lucidità di analizzare quello che è successo, se ho sbagliato io, quanto lui sia psicotico e fondamentalmente insicuro.
So che tanto si sistemerà tutto, ma vorrei che fosse più sereno, più tranquillo lui stesso con se stesso, che fosse meno arrabbiato con il mondo.
Vorrei che mi parlasse dei suoi problemi e si sfogasse, non che mi aggredisse perché è stressato, stanco o con le palle che girano.
Ma vorrei anche vincere il Premio Strega e finire pubblicata su AD...
Comunque una sola è la cosa importante ora, che io stia molto meglio rispetto all'ultimo post.
Sarò come Rossella dei bei tempi, non quella che prega in ginocchio Rett.

Sarò forte.

24 luglio 2008

Mai vivere di sogni e illusioni.

Bella serata di merda.
Il mio non anniversario è stato decisamente diverso da come me lo aspettavo.
Succede sempre così: speri una cosa e TAC ecco l' esatto contrario.
A Linus giravano i coglioni, abbiamo litigato per telefono mentre ci accordavamo su dove vederci, ho fatto una battuta sugli ingegneri e lui mi ha attaccato in faccia il telefono; l'ho richiamato, ho urlato come una pazza, ho pianto, ho chiesto scusa ( per che cazzo ho chiesto scusa poi non lo so nemmeno io) e lui, dopo aver tirato fuori scuse pietose/vergognose sul quanto lavori e sia stanco, con i coglioni girati etc etc, è stato più che gelido.
Io invece? Mi tiro le dita tutti i giorni? Non ho problemi? Non ho i tiramenti?
Ma come si fa a prendersela per una battuta???
E sapete la cosa bella? Che lo sapevo! Me lo sentivo, mi ci sarei giocata un braccio su come sarebbe andata a finire.
Ho un sesto senso per le cose negative: mentre componevo il suo numero mi ripetevo di riagganciare ma noooo guai dare retta alla vocina interiore, del resto sono una cretina e ho chiamato.
Avrei dovuto fare la sensitiva.
Ora sono a casa, con una faccia da cadavere.
MI STA SOLO CHE BENE.
Quando fa così vorrei avere una mazza ferrata e sbattergliela in faccia.
Oppure vorrei potermi magicamente scordare di lui.
O poter tornare indietro nel tempo... anche se non so da che momento della mia vita vorrei ricominciare.

La prima volta...


Stasera, un anno fa, stavo per la prima volta con Linus.
Credo che non potrò mai scordare il turbinio di emozioni e pensieri che passarono per la mente in quei momenti.
Il primo toccarsi in maniera diversa.
Il primo bacio, sentirne il sapore.
Non riuscivo a pensare, anzi, pensavo solo "Questo è un punto di non ritorno, ora le cose cambieranno...".
In un anno qualcosa è cambiato, si è aggiunto il sesso, siamo più complici, ci conosciamo di più, io mi fido di più e lui idem.
E basta.
Nient' altro.
In quest' anno abbiamo litigato furiosamente e riso da morire, ha compiuto 30 anni e io gli ho organizzato la festa dell' anno, abbiamo passato il Natale assieme, è entrato nella mia famiglia e io nella sua, abbiamo vacanzato assieme: abbiamo, praticamente, vissuto in simbiosi...
L' ho odiato, l'ho amato, sono stata male come un cane e bene come mai in vita mia.
Ma tutto questo non ha portato a nulla.
Non so cosa non vada in me né cosa non vada in lui.
Ogni tanto penso che non potrebbe stare con altri che con me, altre volte mi domando come posso anche solo pensare di passare la vita con una persona del genere...
Che incognita.
Ora so che sto bene e tanto basta!
So com'è e cosa aspettarmi da lui mentre sono un po' meno sicura per quello che riguarda la sfera del noi.
E' il brivido della sorpresa!!
Non so che succederà, come andrà a finire con Linus ma di sicuro nessuno mi porterà via quei momenti.
Mai.
Buon non anniversario a me!!!

Alieno ti odio!

Oggi mi sono svegliata, mi sono guardata allo specchi e mi sono vista bruttina.
Un po' come succede quasi tutti i giorni.
Un saggio diceva che la bellezza dura 3 giorni... mi sa che io non ho nemmeno quel margine di tempo.
"Sono altre le cose che contano, il carattere, la personalità...".
Cosa vorrebbe dire questo?? Che ho pure un caratteraccio???
Ebbene sì, so di avere un carattere un po' "pesante", quindi non posso puntare troppo su quello.
Mi ritengo abbastanza intelligente ma, siccome mi piacciono anche scarpe e borse oltre a saggi sulla Donna Agricoltrice nel Medioevo e, soprattutto, ho una vagina e delle tette, non vengo presa sul serio troppo spesso.
Quindi intelligenza poco utile.
E' tutta colpa dell' alieno di Scientology che mi è capitato in testa.
Quello di Claudia Schiffer deve essere bellissimo...
Se torno a nascere voglio un alieno bello e stupido in testa!
Alieno mio, ti prego, se ci sei, non battere un colpo ma dammi 3 giorni di bellezza, ti giuro che li saprò far fruttare al meglio!
Dopo potrai farmi diventare una cozza mai vista.
3 giorni!!
maron elemosinare 3 giorni ad un alieno!

E' ufficiale: sto delirando. Non preoccupatevi. Passerà, tanto passa tutto!

Che bella serata!

E' proprio vero che gli amici non hanno prezzo!
Ieri sera è andato tutto benissimo: compagnia (ma non avevo molti dubbi), cibo (per fortuna), vino, il SUPERDOLCE!!
Bello, bello, bello.
Abbiamo parlato di dimensioni, zucchine ripiene, impomatamenti, Scientology e alieni vari, alghe velenose e sparlato un po' di tutti!
Ho deciso che assieme siamo proprio bellissimi!

23 luglio 2008

In alternativa chiamatemi Cupido

Stasera vengono a cena da me MiglioreAmica e Psicologodifiducia-GrandeAmico (sono un' adorabile coppietta eppoi, mica per niente, li ho fatti conoscere io!!).
Sono due bastian contrario.
Lei sembra un angelo e lui vorrebbe essere Mazinga.
Lei è una grande cuoca e lui un gran mangiatore.
Lei è intelligentissima e lui cerca di starle dietro.
Lei è forte ma lui, forse, lo è di più.
E mi prendo tutto il merito di questa stramba unione!
Sanno che quando si sposeranno io dovrò PER FORZA fare da testimone a MiglioreAmica, senza se e senza ma.
Sarò il loro Joey Tribbiani!
Penso anche che quest' unione, oltre ad essere merito mio, sia stata voluta dal destino (o da Dio, per chi, come me ci crede).
Sono dalla mia parte e quando li stresso con Linus mi ascoltano sempre e mi consigliano di mandarlo a "cantare in turco".
Insomma, per chi non l' avesse ancora capito, mi stanno troppo sulle balle!
Torniamo alla cena, vi espongo il menù:
Orecchiette (original from Vieste) con pesto, pomodorini e gherigli di noce,
Bresaola con rucola e grana,
Gambi di sedano con gorgonzola,
Caprese,
Insalatona,
Macedonia,
Zuppa inglese (la fa MiglioreAmica).
Speriamo vada bene e gli piaccia.
Se no c'è il pizzettaro sotto casa...

Z.


Questa, mi spiace ammetterlo, sono io oggi al lavoro.
Fate un semplice calcolo, delle serie 2+2: il risultato è la mia produttività odierna.

Urge cambiamento...

Ieri sera, dopo cena, sono andata a casa di Linus a vedere un DVD.
Sua mamma, suo papà e zii riuniti stavano guardando delle vecchie foto di matrimoni di famiglia seduti sul divano.
Nell' attesa mi siedo con loro e guardo.
Sua mamma, parlando della chiesa (sempre la stessa per tutti 700 matrimoni, dall' Unità d' Italia ai giorni nostri...) mi fissa nelle palle egli occhi e mi dice: "Noi VanPelt ci siamo sempre sposati nella Chiesa di San L. sai? Secondo me ti piacerebbe..."
Partendo dal presupposto che so di soffrire di manie di persecuzione e che probabilmente non voleva dire nulla io, per non sapere né leggere né scrivere, mi sono bloccata, diventata bordeaux e ho sorriso.
Ho supposto che MammaLinus ci veda presto vestiti da decorazione di torta nuziale.
Sicuramente non sarà così, ma credo che questa assidua frequentazione delle nostre rispettive famiglie sognatrici debba cessare.
Oppure che si decidesse a prendere una decisione!
MA PORCA L' OCA!
Urgono cambiamenti, almeno per quanto riguarda le mie prospettive che si rivolgono al sesso maschile.
Che stress.
PS: Nel caso miracoloso in cui io e Linus diventassimo una coppia chi lo direbbe a sua madre che io non ci penso nemmeno per sbaglio a sposarmi in quell' orribile Chiesa ma in quella che mi ci piace tanto, a Bologna, in centro?
Devo cambiare mire morose il prima possibile!!

22 luglio 2008

E io c'ero...

Lo so, sto diventando monotona...
Adesso giuro che la smetto, ma anche voi capitemi: è tutt'oggi che mi rivedo le immagini del concerto di ieri.
Tutto ciò mi serve per ricordare e per fissare nella mia memoria i ricordi di questa incredibile giornata.
Abbiate pazienza per oggi, da domani ritorneranno a comandare Snoopy&Co!

Ferie o Chanel?



Girovagando per internet e per blog oggi ho trovato questo sito:


Il sito che chiama a raccolta tutti i maggiordomi e le tate del mondo.
L' iscrizione è gratuita, nel 2001 hanno istituito il premio "Maggiordomo dell' anno", corsi di formazione; c'è un' interessantissima sezione "News&Updates".
Sia ben chiaro che non derido la categoria,assolutamente, ma il sito.
E lo deriderò per tutta la vita... anche perché se no mi sa che l' alternativa sarebbe piangere!!

Quando scrivo questi post un po' mi vergogno... deve essere il risultato di un estremo bisogno di vacanze...o di Chanel, come mi ha insegnato il Diavolo Veste Prada.

Thank you Verona!


Sono stanca, senza voce, con delle occhiaie che mi arrivano sotto i piedi, ma non posso dire altro che :
ANCORA,ANCORA, ANCORA, ANCORA!!
Partiamo dall' inizio:
Ore 15. 30 partenza dalla Linus' Mansion con il mio super bolibe alla volta di Verona, di Giulietta e Romeo, dell' arena e dei... R.E.M.!!!!!
Arrivo a destinazione ore 17.15.
Inizio di un bel giretto da turisti alla ricerca dei begli scorci che sono nascosti per la città, delle arche scaligere, della piazza dele erbe.
Per rilassarci (la tensione pre show ci stava uccidendo) ci facciamo un bell' aperitivo, anche perchè dobbiamo aspettare l'arrivo del Linus Fratello con morosa.
Arrivano alle 20.15.
Alle 20.40 entriano nell' arena, mi sentivo molto una gladiatrice.
Ore 21.00 partono una serie di ola che non se ne poteva più dopo 10 minuti, l'arena è murata di gente, non entra uno spillo... una schenografia da paura.
La pelle d'oca inizia a essere una presenza costante sulle mie braccia!
Ore 21.15: Micheal Stipe & Co. salgono sul palco, lui sbatte forte la mano sul microfono, il pubblico è in delirio: è ufficialemente iniziata la festa.
Hanno fatto i pezzi storici più famosi, io per ben tre volte mi sono commossa, quando hanno attaccato Bad Day,Losing My Religione e con il pezzo di chiusura, la meravigliosa The Man On The Moon.
I raccomandati del FanClub che sono proprio sotto il palco.
Ogni volta che lui lancia un oggetto ci sono scene di delirio collettivo, tutti che si lanciano su fogli spintonandosi; il massimo è quando Michael fa il gesto di lanciare la giacca tra di loro: sono sicura di aver visto un gruppetto quasi picchiarsi per accaparrarsi i posti migliori!!
Altro momento di panico c'è quando Stipes si lancia tra il pubblico.
Credo di aver visto tentare il suicidio a un paio della security, bianchi in volto e con il terrore di un secondo Lennon.
Poverini...
Ma, come ha detto il mio Psicologodifiducia (nonchè ex fratello del metallo): "it's rochenrol!"
Sulle note di The Man On The Moon si è chiusa questa fantastica serata, alle 23.50.
Che peccato...
Vi lascio come loro hanno lasciato me...



Mott the Hoople and the Game of Life. Yeah, yeah, yeah, yeah
Andy Kaufman in the wrestling match. Yeah, yeah, yeah, yeah
Monopoly, twenty one, checkers, and chess. Yeah, yeah, yeah, yeah
Mister Fred Blassie in a breakfast mess. Yeah, yeah, yeah, yeah
Let's play Twister, let's play Risk. Yeah, yeah, yeah, yeah
See you heaven if you make the list. Yeah, yeah, yeah, yeah




Hey Andy, did you hear about this one? Tell me, are you locked in the punch?
Hey Andy, are you goofing on Elvis? Hey baby, are we losing touch?
If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there's nothing up my sleeve, then nothing is cool




Moses went walking with the staff of wood. Yeah, yeah, yeah, yeah
Newton got beaned by the apple good. Yeah, yeah, yeah, yeah
Egypt was troubled by the horrible asp. Yeah, yeah, yeah, yeah
Mister Charles Darwin had the gall to ask. Yeah, yeah, yeah, yeah




Hey Andy, did you hear about this one? Tell me, are you locked in the punch?
Hey Andy, are you goofing on Elvis? Hey baby, are you having fun?
If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there's nothing up my sleeve, then nothing is cool




Here's a little agit for the never-believer. Yeah, yeah, yeah, yeah
Here's a little ghost for the offering. Yeah, yeah, yeah, yeah
Here's a truck stop instead of Saint Peter's. Yeah, yeah, yeah, yeah
Mister Andy Kaufman's gone wrestling (wrestling bears). Yeah, yeah, yeah, yeah
Hey Andy, did you hear about this one? Tell me, are you locked in the punch?
Hey Andy, are you goofing on Elvis? Hey baby, are we losing touch?



If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there's nothing up my sleeve, then nothing is cool
If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there's nothing up my sleeve, then nothing is cool
If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there's nothing up my sleeve, then nothing is cool
If you believed they put a man on the moon, man on the moon
If you believe there's nothing up my sleeve, then nothing is cool


21 luglio 2008

A Verona... losing my religion.

Oggi pomeriggio non scriverò sulla PecoraRosa perché sarò a Verona.
All' arena.
A vedere i REM!!!!!!!!!!!!!!!
O mamma mia... sto contando i minuti che mi separano da quest' evento SPETTACOLOSO!!
Ovviamente vado con Linus... e suo fratello... e la sua morosa.
Che serata che sarà!
Domani vi racconterò tutto.

Che strano week end... piscinoso



Il voto che do a questo fine settimana: 6
Venerdì, uscita da lavorare, ho preso un aperitivo con Linus che era accorso per vedere il mio nuovo taglissimo di capelli.
Non avevo ancora finito il mio americano che mi è partita una tachicardia da paura con un mal di testa fotonico.
Ore 21: in branda e dico addio alla mia seratona con il DolceBabbù (che era stato così premuroso da farmi inserire tra gli invitati alla festa di laurea della cugina).
Sabato mattina mi sveglio fresca come una rosa, faccio tutte le mie cose, un mega giretto con il mio adorato canino poi, alle 13 chiamata dell' AmatoLinus che propone piscina: EVVAI!
Pomeriggio meraviglioso, tuffi, affogamenti e sole con la prospettiva di una cenetta in un ristorantino trooooppo romantico: La montanara.
Finita la piscina ognuno siva a preparare a casa propria: inizio a sentirmi nuovamente poco bene.
Tachicardia, nausea, mal di testa...
Ore 21 suona il mio accompagnatore, andiamo al ristorantinolumedicandela e io... NON RIESCO A MANGIARE UN TUBO!
Porca l' oca!
Sembrava tutto così buonissimo, tutto saporito e io niente... che depressione.
Finita la cena vado a casa dato che era a pezzi mentre LinusCuorediPietra va a ballare con gli altri del gruppo.
Domenica mattina, ore 11.30, vengo svegliata dal soave suono dell' ex cuore di pietra che si informa, tutto preoccupato, sulla mia salute.
AMOREEEEE
Dopo aver appurato il miglioramento delle mie condizioni di salute mi propone un' altra piscina, in compagnia della Compagnia.
Accetto sapendo di dover sopportare la presenza di quella Gran Strega V.
Vado a recuperare Linus alle 14 e poi tutti in piscina.
La Gran Strega V. è stata adorabile!
Pensate che non mi ha MAI rivolto la parola.
MAI.
Le ho voluto quasi bene per questa sua grazia... niente chiacchiere inutili, niente ipocrisie.
E' stato proprio un gran pomeriggio!!
Per non parlare della sera: ospite a casa dello Scimmiottino d'Oro.
Con mamma, papà, zia, compagno della zia, fratello, morosa del fratello e canina Lolita.
E io...
Non si sa ben a che titolo.
La cosa più importante però è stata che sono stata benissimo, niente nausea e tachicardia, ho mangiato a 4 ganasce e, nonostante il sovraffollamento, io e Linus abbiamo trovato un po' di intimità.
E meno male!!!
Rileggendo tutto modifico il mio voto: 7,5!!!

19 luglio 2008

Un abbraccio

Un abbraccio alla mia CarinaCarinaCarina, a cui voglio tantissimo bene.


Credo in te, amica.

Credo nel tuo sorriso,
finestra aperta nel tuo essere.
Credo nel tuo sguardo,
specchio della tua onestà.
Credo nella tua mano,
sempre tesa per dare.
Credo nel tuo abbraccio,
accoglienza sincera del tuo cuore.
Credo nella tua parola,
espressione di quel che ami e speri.
Credo in te, amica,
così, semplicemente,
nell'eloquenza del silenzio.

Sono lì vicino a te.

18 luglio 2008

Colpo di testa!


Stamattina, come ho già scritto prima, ero un po' depressa.
Io, come quasi tutte le donne del mondo, quando sono depressa vado dal parrucchiere.
Oggi mi sono pelata!!
Credo di non aver mai avuto i capelli così corti, a parte quando avevo un anno, forse, e per ovvi motivi di crescita (da pelata stavo cercando di allungarli!).
Mi sono fatta un taglio alla Sienna Miller, più o meno ovviamente, dato che non ho esattamente lo stesso aspetto...
Nonostante tutto però devo dire di essere parecchio soddisfatta del mio nuovo look: lo promuovo in pieno!!
Linus sta già morendo di curiosità... ha detto che non vede l' ora di vedermi stasera...
Meno male che ogni tanto sono depressa e meno male che ho questi colpi di testa!

Solasolissima...



Sono partiti tutti.
Mamma, Papà, Sorella.
E io qui, da sola e non so se mi va molto.
Quando sono qui, in giro per casa, a rompermi in continuazione, li ucciderei a suon di calci rotanti, ma appena si allontanano un po' mi viene un groppo in gola e la malinconia mi attanaglia lo stomaco.
Lo so, sono ridicola, ma a me mi ci mancano già!Devo tagliare prestoprestissmo questo cordone ombelicale... ho quasi 30 anni cacchio!


Che palle... speriamo mi passi presto.
Così posso iniziare a darmi alla pazza gioia!

17 luglio 2008

FORTITUDO:Passione/Ossessione



Ho un disperato bisogno di basket!
Lo ammetto solo qui, se no i miei amici inizierebbero a prendermi per i fondelli dandomi dell' invasata.
Sono passati 2 mesi dall' ultima partita e sono già in crisi d'astinenza.
Meno male che almeno, avendo già fatto il rinnovo dell' abbonamento, l'inizio del campionato sembra più vicino.
Vi racconterò ora la triste storia di una ragazza orgogliosamente fortitudina.
Quello sciagurato di M. (che poi diventerà mio papà) nel lontano 1979 conobbe O., una ragazza pettoruta e perugina (la mia mamma): ovviamente scoppiò l' amore.
M. volle condividere con O. la sua passione più grande: la FORTITUDO (una delle 2 squadre di basket di Bologna, ovviamente la più sfigata!).
O. divenne tifosa sfegatata...
Il mio triste destino è facilmente intuibile: una vita passata dentro ai palazzetti dello sport.
La mia è stata un' infanzia sportivamente terribile: alle medie tutti i ragazzini mi insultavano quando andavo a scuola con la maglietta "ODIO IL BRODO" (la Virtus, l'altra squadra, in quel periodo aveva come sponsor la Knorr, quella dei dadi), a scuola nessun altro era fortitudino, ogni volta che perdevamo , e abbiamo perso parecchio, vi lascio immaginare gli sfottò.

Eppure...
Eppure non potrei vivere senza Fortitudo, senza le prese per il culo ai virtussini, senza i pianti per le sconfitte, senza la gioia delle vittorie.
Mi piace perdere la voce per gli urli che faccio durante le partite, pensate che durante l'ultima partita mi sono provocata una compressione dello sterno per un botta data alla balaustra!
Il mio primo tatuaggio è stato un' aquila, l' aquila della Fortitudo, sul polso destro: ne vado orgogliosissima!
A Bologna non si sceglie per che squadra tifare, uno ce l'ha scritto nel DNA di che sponda è: il mio è il DNA giusto, fortunatamente.
Papi, spero tu sia orgoglio di aver creato 3 mostri.
Sappiate comunque che ai miei figli risparmierò tutto questo!!

La mamma C. e MiglioreAmica


Stanotte, come non mi succedeva da tanto, ho sognato la mamma della mia MiglioreAmica.
Se la mia amica sapesse che sto scrivendo di Lei molto probabilmente mi ucciderebbe, ma lo faccio lo stesso, perché mi fa un sacco male e non posso parlarne con nessuno.
Se n'è andata poco più di un anno fa, era bellissima, un' artista.
Sapeva dipingere, dipingeva ogni cosa: muri, ceramiche, stoffe... tutto e benissimo.
Cucinava come neanche quell' isterico di Vissani sarebbe in grado di fare.
Se n'è andata così, troppo in fretta, lasciando la mia amica in braghe di tela, per quanto lei non voglia ammetterlo.
Ha lasciato un marito che non ha retto l' urto e una ragazzina di nemmeno 18 anni, che si trova sola.
Stanotte eravamo in macchina, sul mio cinquino del 1970, io e Lei.
Eravamo in giro per i colli e io le dicevo che non sapevo come fare con MiglioreAmica, che non sapevo come poterle stare vicino, le dicevo che mi sentivo inutile, le raccontavo della mia paura della sua aggressività, le spiegavo che secondo me sarebbe dovuta stare accanto a sua sorella ma che non avevo il coraggio di dirglielo e Lei mi guardava, mi sorrideva ma non parlava. Dopo un po' arriviamo in un bellissimo prato, il cielo sembrava vicinissimo, avevo l' impressione di poter toccare le nuvole.
Lei scende dal bolide, mi guarda e, prima di andarsene, mi dice "MiglioreAmica ti vuole bene, tranquilla".
Posso solo sperare che sia vero, perché io a MiglioreAmica voglio un bene inverosimile e senza di lei sarei persa.
Anche se mi sono svegliata piangendo sono contenta di averla sognata, mi manca.
Soprattutto la sua polenta con il pollo ai peperoni il giorno di ferragosto.

16 luglio 2008

Droghe alternative

Sono Sally, ho 27 anni e sono una drogata.
Sono una drogata...
E' dura da ammettere, ma è così.
Del blog di Elastgirl e della sua meravigliosa famiglia.
Ho deciso che Linus deve sbrigarsi a scoprirsi innamorato di me e sposarmi: voglio una squadra di calcio di hobbit io!
Voglio un sacco di nani simpatici e rompiballe come i suoi!
Solo che il mio orologio biologico cammina veloce... non posso mica perdere ancora molto tempo.
O forse dovrei solo trovare un altro MrIncredible, magari più bendisposto e sveglio.
Che fatica vivere... e accidenti a me, così facile alle dipendenze.

Pensieri e parole


Ho deciso di pubblicare la lettera che scrissi a Linus a gennaio, dopo una furiosa litigata.
Come al solito, non riuscii a dirgli queste cose a voce e così gli scrissi.
Una lettera pietosa, scritta da una persona disperata, distrutta e in cerca di perdono.
Terrorizzata all' idea di perdere.
Perdere invece sarebbe stata la cosa migliore che mi potesse capitare, forse.
Da allora ho deciso che sarei mai più stata così a pezzi.
Sicuramente non è vero che sono così distaccata, anzi, direi il contrario, ma al cuor non si comanda, ma è sicuro che sono cambiata, so cosa aspettarmi da lui e cosa invece non potrò mai avere.
Dalrtronde i lieto fine non sono per tutte.

"Ciao Linus, dal momento che non so se avrò l'occasione (e il fisico visto l'attacco d'ansia di ieri) di chiarire tutto quello che è successo, provo almeno a scriverti.
Sono stata una cretina,infantile e imbecille,mi sono comportata come una ragazzina isterica.
So di aver creato da sola tutto questo,che è tutta colpa mia.
Mi rendo conto che non vuoi sentire né scuse né giustificazioni, ma vorrei che cercassi di capire almeno un po' la mia situazione: sono innamorata di te, per non dire altro, da tanto di quel tempo che non lo so più nemmeno io.Ho sperato, inizialmente, di poter smettere di sentirmi così,mi ero convinta che già la tua amicizia e il tuo rispetto fossero abbastanza per me. Poi è successo che io e te siamo stati assieme, tante volte, e ho iniziato a sognare,a credere,a sperare,a illudermi che, forse, ci potesse essere dell'altro tra noi...ed è proprio questo che mi lacera,il non sapere dove collocarmi nella tua vita.
Mi piace passare il mio tempo con te, fare parte della tua vita, sapere che ti succede a lavoro, cosa ti fa stare male, cercare in qualche modo di farti rilassare, farti pensare ad altro, presuntuosamente, farti stare bene; mi piace quando mi ascolti, tu che mi ascolti per davvero, mi dai consigli sinceri, sei mio amico, mi sei stato vicino nei momenti brutti, mi fai ridere, da morire, e riflettere... l'idea di perdere tutto questo mi spezza,mi uccide.
Ho sempre creduto che, a un certo punto, le lacrime finissero... ho sbagliato ancora. Ti possono sembrare lacrime di coccodrillo, ma non lo sono, pensi che la mia convinzione di amarti sia presunzione, ma non lo è.
Mi sembrava di impazzire, non sapevo che fare e mi sono sfogata, per non scoppiare.Ti ho ferito, tradito, detto cose orribili, di cui mi vergogno e che, oltretutto, non pensavo. Non serve a nulla dire che non volevo farlo, perché ormai l'ho fatto e conoscevo bene le conseguenze delle mie azioni...
Sabato, quando sei uscito con A., mi sono sentita morire, come se mi avessero trafitto il cuore.
Purtroppo per me, non so controllare le mie emozioni: c'era cattiveria dentro di me, rabbia, gelosia, frustrazione per non essere come lei, per non sentirmi all'altezza, c'era tristezza perché avrei voluto parlarti, spiegarti, ma non potevo farlo, tu eri con lei e io mi sono sentita una stupida, così stupida per aver creduto di essere speciale.
Quello che è successo dopo lo sai, ci siamo incontrati e mi sono comportata come una pazza, da cafona, da stronza, senza rispetto per te e per gli altri presenti.
Sto provando un dolore che non credevo fosse possibile provare, che vorrei poter ignorare, ma è troppo forte, non smette mai di essere lì. E' un dolore che toglie il fiato, devo concentrarmi sul respirare, tutto mi sembra vada a rallentatore, tutto è inutile e privo di interesse, ogni cosa mi nausea, ogni ricordo mi dà uno schiaffo, ogni pensiero mi lacera.
Da un lato mi dico che me lo sono meritata, che devo imparare a collegare il cervello alla bocca ma dall' altro mi dico che non è possibile, che non può essere vero, siamo persone intelligenti e ci chiariremo, tutto tornerà a posto... anche se non credo nelle favole, mi piace pensare che ci sia un lieto fine per questa situazione, per noi.
Spero tu abbia capito che ti ho scritto con il cuore in mano, per me scrivere è più intimo di fare sesso, è spogliarsi di fronte a qualcuno, lasciarsi guardare così, nudi e in piedi, piedi di difetti e di carne.

A presto..spero Sally"

A rileggerla mi darei degli schiaffi da sola... mi fa male stare a casa a pensare.

Template o non template....


Sto cercando di modificare l' aspetto della mia pecorella...
Sto anche rischiando di diventare cretina!!
Io sarò pure impedita con il piccì ma anche questi geni del computer potevano pensare a noi comuni mortali che non sappiamo un tubo di codici HTML, Winrare, Zip e altre parolacce del genere...
Qualcuno di voi pochi lettori è in grado di aiutarmi?
Io voglio solo renderlo un po' più originale, non sto cercando di forzare il sistema di sicurezza nazionale.
AIUTO!!!!

15 luglio 2008

Io pure...

Beverly Hills 90210 e la suggestione

Poco fa, mentre stavo facendo zapping da ammalata che si rispetti, sono capitata su una replica di Beverly Hills 90210.
Ma come cacchio faceva a piacermi tanto???
E Dylan? In teoria doveva avere 17/18 anni... in realtà sembra un trentenne che si tiene anche male!
Il potere della suggestione fa davvero miracoli.
Magari se mi concentro molto, a fine giornata mi sentirò come Samantha Jones!
Magari...

PS: molto meglio Dawson' s Creek comunque...

Identità nascoste


Ieri sera ho parlato con Linus di questo blog. Non ho detto dov'è, non ho svelato l' indirizzo.
Ne ho solo parlato.
Forse per il troppo entusiasmo, forse per la fiducia che ripongo in lui o forse solo per condividere questa parte di me con qualcuno, per renderla un po' più reale.
Come sempre, essendo bastian contrario, è riuscito a far sembrare un po' una "vigliaccata" la mia PecoraRosa.
Ha insinuato dentro di me mille dubbi: perché ti nascondi dietro uno pseudonimo? perché non ti esponi in prima persona? ... vuoi raccontare i tuoi pensieri ma non mettendoci la faccia ... hai paura di essere giudicata? non vuoi che qualcuno che conosci legga i tuoi pensieri? e se ci capitasse per caso? li conoscerebbe lo stesso, solo che non li assocerebbe a te... fai due passi avanti e uno indietro ... insomma, ha scardinato, come sempre, le mie convinzioni.
CHE BORSA!!!!
Dopo una notte insonne, dopo un turbinio estenuante di pensieri ed emozioni, dopo attente valutazioni, ho deciso che non ho né scritto né detto nulla di cui vergognarmi e che (da cacasotto quale sono e che voi conoscete!) le possibilità che qualcuno che conosco capiti qui, si legga tutti i miei post e capisca chi sono, sono così remote che posso anche rischiare, per una volta!!!
Sono Silvia, ho 27 anni, vivo a Bologna e sono un disastro.
Che sono un disastro già lo sapevate, ma è sempre meglio ricordarvelo.
Scrivo qui, sulla mia pecorella, perché mi hanno detto che è terapeutico e perché riesco a scrivere facilmente ( e quanto pare mi riesce pure benino) mentre a parlare faccio una fatica disumana, anzi, direi proprio che sembro dislessica.
E' come se a voce non riuscissi a mettere in ordine i miei pensieri: li sento, so quello che devo dire e come dovrei dirlo ma poi, al dunque, non escono suoni dalla mia bocca. Una volta che ho espresso quello che sento non lo posso più correggere come invece posso fare in un post, non lo posso modificare, non riesco a renderlo migliore e più esplicativo e così, parlando, sembra che mi contraddica in continuazione. Non è così. O almeno non dovrebbe essere così.
Mi è successo tante volte che la voce mi si fermasse in gola e lì trovasse un muro invalicabile, impossibile da scavalcare se non a spizzichi e bocconi; questo mi capita perché sono un' impedita, un' insicura e perché ho paura da morire del giudizio e delle reazioni degli altri.
Rileggendo quello che ho appena scritto sembra che sia una disadattata... non lo sono, o almeno non in maniera così esponenziale (mamma mia, che paroloni che uso...)!
Giuro! Ci sono anche dei lati positivi nel mio carattere, ma non sono certo io a doverli elencare!
Ma, per la cornaca, sono moooolto modesta!!
Scherzi a parte, qui dentro leggete me, quello che sono e quello che sento.
Posso chiamarmi Sally o Silvia o in qualunque altro modo, ma sono sempre e solo io.
Allegra, triste, inkazzata, innamorata... ho tanti ritmi diversi, come in un tango un po' difficile da ballare, ma, alla fine, sono sempre IO e quando uno capisce il mio ritmo non ce n'è per nessuno!
Dopo questo delirio, buona giornata a tutti!
E abbiate pazienza con me...

14 luglio 2008

Stanca ma felice


Venerdì, Sabato e Domenica.
Tre giorni durante i quali una persona pseudo normale, lavoratrice e che abbia più di 20 anni si riposerebbe.
Io no.
Ho 27 anni, lavoro 8 ore al giorno per 5 giorni la settimana, sono l'essere più pigro che conosca, dormirei ovunque, tranne il venerdì, il sabato e la domenica.
Non so per quale arcano mistero io riesca a concentrare tutto ciò che di stancante si possa fare in una vita in tre giorni del week end...
Comunque non divaghiamo, ci eravamo lasciati venerdì sera, io ero ingastrita per Linus e la sua cena con le playmates ed ero in attesa della sua chiamata post involtino primavera. Alle 22.30 suona il telefono, che stavo già fissando da 20 minuti, come ogni poveretta che si rispetti lo faccio squillare per un po' prima di rispondere (ma non troppo, se no smette!!). " Sono dalla "Vanda" a prendere un gelato, tu che fai? Quanto ci metti ad arrivare?". Dopo 30 minuti sono dalla gelataia pure io, con un bellissimo abitino nuovo, e scopro, mascherando a stento la gioia, che sono tutte coppie!!! Tranne Linus ovviamente. Mentre danzo internamente il ballo della gioia ci dirigiamo al Paprika a bere qualcosa, un pustazz, come si dice da noi, ma tanto chissenefrega, sono con il mio Sweetbaboo!
Verso le 2 ce ne andiamo, leggermente allegri, lo porto a casa e ci mettiamo fuori dal suo cancello a guardare le stelle dal tettuccio della mia macchina e chiacchieriamo. A un certo punto io mi lamento del fatto che devo portare fuori il mio SuperDog alle 3 di notte, dato che sono sola a casa perché tutta la mia famiglia è emigrata in campagna. Lui mi dice:" Dai, che ti faccio compagnia io". Io, che sono la persona più rincoglionita del mondo, rispondo: "A portare fuori il cane?". Ovviamente non intendeva solo quello.
Dopo una notte di acrobazie (Dio benedica i condizionatori), la mattina dopo ci svegliamo a mezzogiorno e andiamo a mangiare in campagna dai miei. Dopo un pranzo a tema "friggiamo qualunque cosa" (mia mamma è mezza napoletana mica per niente!) ricollassiamo a letto. Alle 18 siamo di nuovo nella city per un appuntamento con i suoi genitori per scegliere il regalo della neolaureata cugina di Linus. Andiamo da Gucci, il tempio del lusso, circondati da borse meravigliose, abiti, foulard, ... e loro cosa le prendono?
Un trolley.
Con quei soldi avrebbero potuto prendere una bellissima borsa e un portafoglio, una pochette, insomma, altre millemila cose. Ma loro hanno preso un trolley, un mini trolley, da bagaglio a mano, un trolley da 2 mutande, pure striminzite, e praticamente nient' altro.
Io, fossi nella cugina, lo cambierei di sicuro...
Sabato sera: cena di lavoro. Avrei preferito ricevere delle mazzate oppure una pistolettata nel ginocchio (dicono faccia malissimissimo), ma il destino crudele mi ha riservato questa tortura: sorrisi finti, baci e abbracci, discorsi inutili, una miliardata di zanzare... 'na schifezza.
Alle 23 sono libera, raggiungo Linus, andiamo a berci una bottiglia di ottimo Muller Turgau in un localino nuovo bellissimo, poi a fare la ninna da me.
Domenica mattina: sveglia all' alba (ore 8.30) per andare alla full immersion di tango: 5 ore di lezione distribuite nell' arco della giornata.
Dopo la prima mezz'ora ero già stanca morta e volevo solo tuffarmi in piscina.
Evito di raccontare i litri di sudore che la mia pelle ha espulso, il male ai piedi a fine giornata, lo sguardo catatonico che Linus aveva dopo la terza ora di lezione... alle 23, finita la cena, eravamo 2 larve.
Una ventisettenne e un trentenne distrutti.
L'anno prossimo faccio un bell' ingresso piscina e il biglietto per la serata danzante: non mi fregano mica più quelli de "La Milonga".
Questo è il brevisssssimo racconto del mio "leggero" fine settimana.
Dovrei dormire fino a venerdì per riprendermi ed essere così pronta per il prossimo tour de force.
Ma ciò non succederà. Stasera torno a ballare per la serata conclusiva del TangoMania Summerfestival.
Sono veramente una masochista stanca.
Ma anche molto soddisfatta da questa stanchezza!

Odio i lunedì.

Cari i miei amichetti di blog, oggi è lunedì e io, tanto per cambiare, sono a pezzi.
Febbre,tosse e raffreddore.
Spero di riprendermi nel pomeriggio per aggiornarvi sul mio mirabolante week end... solo a pensarci mi stanco!!
A dopo, nel frattempo ecco una perla di saggezza alla Schulz scritta apposta per noi autori da blog... o, almeno, scritta per me.

11 luglio 2008

Sono un caso disperato...


E' più forte di me.
Mi fa inkazzare, perché sono una psicotica gelosa.
Stasera va a cena con suo cugino, quella strega della sua morosa e tutte le sue amiche superfighe.
E me lo dice così, "stasera vado a mangiare cinese con il mio cuginetto". IMPICCATI.
GRRRRRRRRRR
Se solo avessi il porto d' armi... sarei una persona molto più rilassata!
Conversazione con Linus su msn a fine giornata:
L: Sallyna sono flippato
L: Vado a casina!
S: Buona serata! (traduzione: strozzati con gli involtini primavera brutto bastardo senza cuore)
L: Appena finisco di mangiare ti chiamo e ti dico se facciamo qualcosa
L: Altrimenti ti chiamo lo stesso e ci si becca
L: Oppure ti chiamo e ti raggiungo
L: Cosa ne dici?
S: OK
L: Così in ogni modo ci vediamo
S: Va bene, io non so ancora che farò cmq ci sentiamo
L: Sì, perché dovrai salvarmi dalla furia dei vermicelli cinesi...
S: Non sono mica un' infermiera! (GRRRRRRRRRR e tanto ammmore dentro di me...)
L: Puntigliosa... basta che ci vediamo.
L: A dopo
S: Ciao, forse...
L: Ma, visto che non hai impegni, perché non vieni a mangiare con me?
... rifletto a lungo...
Sono combattutissima: a cena con lui, facendo la parte della cozza o a rimuginare a casa pensando alle occhiate libidinose che si scambierà con la zoccola di turno?
S: Grazie, ma ceno a casa. Se no faccio la parte della cozza!
L: Sei proprio stupida.
S: Lo so.
L: A dopo allora
S: Bye
Merda.
Ogni tanto viene fuori questo mio lato masochista che ODIO.
Me lo merito.
Mi odio pure io.
Vado a dare delle testate contro il muro...
PS: ma perchè al mondo tutte le ragazze son più belle di me e stanno per vincere il premio Nobel???? Mai che incontrasse una brutta e stupida...

Un poco nervuta


E' la dura legge del blog.
Se non hai nulla da scrivere, meglio non scrivere!
Quindi, per non sbagliare, vi lascio in ottime mani.
Quelle di Sally che, come me, oggi è un poco nervuta...
A risentirci per altre mirabolanti (ehhhhhhhh sai che roba!!) avventure che si succederanno in questo week end.
Speriamo solo sia un po' più rilassante dello scorso.

Meno male che c'è il mio Snoopy...


Questo è il mio Snoopy!
Ha la veneranda età di 15 anni e mezzo (a questa punto del cammin della vita di un cane ogni mezzo anno è importantissimo e lui ci tiene che si sappia).
Da giovane era un feticista: tutte le Barbie, i Batman, gli "Acciomen" di mia sorella erano senza piedi.
Poi ha avuto l' amichetto Spotty, un cane-peluche che veniva continuamente sfrantecato contro il muro, contro il divano, assalito di nascosto. Povero, subiva almenoalmeno una decina di imboscate al giorno!
All' età di 4 anni decise di essere un essere umano e stabilì che non avrebbe mai più dormito per terra o in cuccia, ma sul letto, con me o i miei, e, fosse stato per lui, sotto le coperte e con la testa sul cuscino (ancora adesso, se sa di non essere sorvegliato, sale sul letto e si mette a dormire come un cristiano. Uno di questi giorni mia mamma lo ucciderà per questa sua convinzione.); decise che, essendo l'ombra di mio padre e volendolo emulare in tutto e per tutto, avrebbe anche russato come lui.
Che fortuna che ho!
Ha passato la fase "odio le macchine e tutte le volte che ne vedo passare una corro all' inseguimento della ruota maledetta" fino a quando una Jeep non ha deciso di metterlo sotto: l'unica sconvolta dall' accaduto ero io. Quello che se ne fregava di meno: Snoopy, ovviamente. Risultato: abbiamo smesso di correre dietro a mezzi di trasporto.
Adesso che ha 15 anni e mezzo la veterinaria ha detto che ha la demenza senile: piagnucola in continuazione, mangerebbe qualunque cosa in continuazione, è più noioso del solito...insomma, è diventato un vecchio spaccaballe!
Magari se non fosse finito sotto una macchina non si sarebbe rintronato così da vecchio!
Lo sapevo io che facevo bene a preoccuparmi.
Ho un istinto materno molto sviluppato...

10 luglio 2008

La cena è servita!


Stasera Fruckulla (la mia amica pittrice), Fruck (marito fotografo della pittrice) e Linus verranno a cena da me.
Io adoro cucinare. Sarà perché amo mangiare, sarà che tutti i miei ricordi più belli sono legati a tavolate enormi, sarà che ho sempre vissuto con donne-cuoche, sarà quel che sarà ma rimane il fatto che a me stare tra i fornelli a spignattare rilassa.
Eccetto quando ci sono 40 gradi.
E, nella mia cucina, a luglio ce n'è sempre almeno 50.
Ho pensato di fare un menù freddo: sedano con gorgonzola, involtini di bresaola ripieni di philadelfia (quello vero, non quello che sembra polistirolo), insalata di riso (accidenti al riso che va cotto! Alzerà di almeno un grado la temperatura della cucina...), prosciutto e melone e una fresca caprese.
Mi sembra accettabile come menù. Voi che dite?
L' unico inghippo è che dovrò preparare il tutto alla velocità della luce dato che smetto di lavorare alle 19 e alle 20.45 arrivano gli ospiti. In un' ora e mezza devo cucinare, mettere a posto casa che, non appena mia madre parte, esplode autonomamente, lavarmi e vestirmi.
Alle 20.45 sarò pronta. Sfracchiata, ma pronta.

Di Sally ce n'è una...


Tutte le altre son nessuna!!!
Non è verò, ma un po' di training autogeno non fa mai male!

Racconto d' autunno


Ieri sera sono andata con Pittrice (la mia superamichetta carinacarina del tango), suo marito e il mio non fidanzato Linus in Piazza Maggiore a vedere "Racconto d' autunno" di Eric Rohmer, film francese del 1998.

Partendo dal presupposto che ho un' avversione cronica per i film francesi (sono troppo poco intellettualoide per poterli apprezzare...), li trovo molto leeeeeenti, noiooooosi e troppo drammatici, questo mi ha piacevolmente stupito: è la storia di due amiche, donne, madri e della loro vita sentimentale nell' età adulta, una commedia basata sull' equivoco, in alcuni punti un po' molto introspettiva, ma che si lascia guardare volentieri.

Linus non è stato dello stesso avviso.
A 10 minuti dall' inizio del film mi ha scritto un messaggio: "Ma è tutto in francese! Maroniiiiii.... quando finisce??"
Dopo aver letto questo sms la prima immagine che mi è balenata in testa è stato un Nintendo DS che sentenzia l' età cerebrale dello ScimiottoD'Oro: 3/4 anni. A essere generosi.
Altri 100 minuti e il film finisce insieme, fortunatamente, alla molestitudine di BimboLinus.
Per farsi perdonare mi ha accompagnato a casa.
Con la moto.
Ma a mano, spingendola!
Che cosa romantica... e stupida!

9 luglio 2008

Da grande...


Che dire, che fare...
Oggi, in pausa pranzo, sono andata a trovare la mia nipotina acquisita, Sofia, 4 anni appena compiuti, due occhi azzurri grandi che ti fissano e mai si abbassano.
Stavamo giocando a "Signore" quando, nel bel mezzo di un tè e chiacchiere, smette di parlare, mi punta i suo fanali nei miei e mi chiede: "Ma tu che vuoi fare quando sei grande?"
...
Se mia madre mi avesse fatto una domanda del genere le avrei dato diretta una testata e un calcio rotante, ma, dato che Sofia ha solo 4 anni, non è mia figlia e in più la adoro, le ho sorriso, le ho dato un bacino e le ho detto: "La principessa!"
Lei, non contenta, mi ha risposto che essere una principessa non è un lavoro, che anche la sua mamma è principessa ma fa l' infermiera come lavoro.
Che carini che sono i cuccioli...
A questo punto non sapevo che dirle, mi sono trovata a non saper che rispondere a una domanda fatta da uno scricciolo alto poco più di un metro.
Fortunatamente la sua WonderMamma nonché mia AlmostSister mi è venuta a salvare, sventolandole davanti il libro dei Barbapapà.
E' proprio vero che son tutte belle le mamme del mondo.
E che i bambini sanno essere molto irriverenti per essere delle bocche della verità.
Il problema però rimane e non è nemmeno tanto piccolo: che fare della mia vita?
Ho tanti sogni nel cassetto e tutti mi sembrano irrealizzabili!
Vorrei aprire un bel ristorantino, con un arredamento particolare, intimo, con pochi coperti per cui poter cucinare...
Vorrei fare l' arredatrice, esprimere al meglio la mia creatività (per un po' l'ho fatto davvero come lavoro), appena entro in una stanza non riesco a fare a meno di vedere dove sono i punti luce, i colori delle pareti, quelli delle tende, se c'è armonia tra i due, se i tessuti usati sono inglesi o americani... mi piace. Nient'altro da dire. Peccato che io sia laureata in conservazione dei beni culturali,che ha ben poco a che vedere con l' arredo d' interni.
Vorrei fare la scrittrice, ho una quarantina di primi capitoli di altrettanti romanzi mai svolti, mai conclusi. Mi manca la costanza, oltre, ovviamente, le capacità!
Insomma, ho un po' di confusione in testa, ma sono fiduciosa: troverò anch'io la mia strada.
Ho solo 27 anni, ho ancora la possibilità di fare tutto. O quasi.
Magari farò proprio la principessa!
Starei proprio bene con lo scettro e la corona!